Ecco perché questo investitore miliardario ha appena girato al rialzo su Bitcoin

Un altro giorno, un altro investitore miliardario che si lancia nella Bitcoin.

Il macroinvestitore miliardario Stanley Druckenmiller è l’ultimo leggendario investitore che ha fatto un salto di qualità sulla crittovaluta.

In una recente intervista, ha fatto eco a ciò che molti dei suoi colleghi – tra cui Paul Tudor Jones e altri – hanno affermato negli ultimi mesi riguardo ai meriti della Bitcoin come attività di riserva e come investimento.

In un’intervista alla CNBC, ha condiviso una visione rialzista della crittovaluta di riferimento, affermando che potrebbe seriamente superare l’oro se ci fosse una corsa agli investimenti nei rifugi sicuri in tempi brevi.

Questo sentimento segna un allontanamento da quello che ha espresso poco più di un anno fa, quando ha dichiarato di non voler possedere nessuna BTC e di non „capire perché è un deposito di valore“.

Un altro leggendario investitore ribalta al rialzo su Bitcoin
In una recente intervista alla CNBC, il leggendario macro trader Stanley Druckenmiller ha spiegato che il Bitcoin è probabilmente una scommessa migliore dell’oro quando si tratta di un gioco da rifugio sicuro.

Egli indica i libri degli ordini relativamente sottili, l’illiquidità e la beta della criptocurrency come caratteristiche che potrebbero consentirle di superare l’oro se un capitale significativo è diretto a beni di rifugio sicuro.

„Bitcoin… ha molta attrazione come riserva di valore sia per i millenni che per il nuovo denaro della West Coast… Possiedo molto più oro di Bitcoin ma francamente se la scommessa dell’oro funziona la scommessa Bitcoin probabilmente funzionerà meglio perché è più sottile, più illiquida e ha più beta“.

Alcuni investitori considerano questi aspetti del Bitcoin come svantaggi, ma Druckenmiller li vede come caratteristiche.

Questo è un sentimento simile condiviso da Paul Tudor Jones all’inizio di quest’anno, quando ha detto che il Bitcoin sarebbe Crypto Bank stato probabilmente il „cavallo più veloce“ nella corsa contro l’inflazione.

Druckenmiller si discosta dal sentimento della BTC del 2019, evidenziando la crescita del patrimonio
Una testimonianza della crescita che Bitcoin ha sperimentato nell’ultimo anno è lo spostamento della percezione della criptovaluta tra i grandi investitori.

Nel 2019, Druckenmiller ha espresso un’aria di sfiducia nei confronti del Bitcoin, notando che non capisce cosa potrebbe renderlo un deposito di valore. Nel 2017, ha anche detto che non potrebbe essere un mezzo di scambio efficace a causa della sua volatilità e del tempo necessario per l’elaborazione delle transazioni.

„Quello che so di Bitcoin è che il concetto che potrebbe mai essere un mezzo di scambio è stato eliminato perché non si possono fare transazioni, in particolare le transazioni al dettaglio, con questo tipo di volatilità“.

Dato che gli investitori più importanti si spingono verso il Bitcoin e il mercato cripto, diventerà più facile per gli altri investitori fare lo stesso.